Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Cras sollicitudin, tellus vitae condimentum egestas, libero dolor auctor tellus, eu consectetur neque.

Press enter to begin your search

Il rapporto umano al centro della comunicazione digitale

LetLife / Blog  / Il rapporto umano al centro della comunicazione digitale

Il rapporto umano al centro della comunicazione digitale

Il mondo della comunicazione è in continua espansione ed evoluzione: siamo passati dalla pubblicità cartacea fatta di affissioni sempre più grandi, a banner minuscoli a destra del nostro desktop. Ma cosa ci sta fornendo il mercato oggi per fidelizzare sia i vecchi clienti che quelli nuovi? Cosa ci stanno chiedendo le persone? È necessario un balzo indietro e in avanti allo stesso tempo, uno sforzo di comprensione e accoglienza del cliente come si faceva al tempo dei nostri nonni, pur mantenendo una facciata tech e innovativa. Per questo è nato Let.life: un nuovo sistema di comunicazione post sales che introduce il consumatore in un mondo sempre più evoluto, ma anche ricco di quel calore che profuma di tradizione, di passato, di un modo di relazionarsi diverso da quello freddo e distaccato delle campagne marketing. Uno strumento diretto, basato prima di tutto sulla conoscenza delle persone, sui loro gusti e le loro scelte individuali.

Un sistema che trasforma ogni oggetto acquistato in un sorta di “diario virtuale” che consente al brand di fidelizzare i nuovi clienti e prendersi cura di quelli più consolidati. Facciamo un esempio. Ipotizza di avere un’azienda che produce occhiali con la stampante 3D: come faresti a trasferire ai consumer ciò che ritieni necessario su ciascun pezzo ed essere certo di una comunicazione iper efficace, indipendente da chi porta avanti la vendita?

Let.life ha trovato il modo. Basta apporre sulla confezione dei tuoi occhiali un QR code. Il tuo cliente non deve far altro che scaricare l’app di Let.life e acquisire il codice. Al momento della scansione si apre direttamente nell’app l’Anima Digitale dell’oggetto. Anima si, perché anche gli oggetti hanno un’anima: quella che gli diamo noi, come una sorta di orcrux di noi stessi che vive nelle cose che amiamo di più.

Nell’Anima c’è tutto quello che tu, il brand, hai ritenuto opportuno inserire: dalla geolocalizzazione degli store in cui sono reperibili i tuoi prodotti, alla sede dei tuoi centri di riparazione. Ma anche il cliente stesso può inserire informazioni all’interno della sua Anima Digitale, così da interagire direttamente con l’oggetto.

Grazie all’Anima Digitale conosci il tuo cliente e, attraverso Let.life, comunichi con lui in modo diretto. Direttamente nell’app infatti puoi mandargli delle notifiche: si sentirà coccolato proprio come succedeva a coloro che, tre generazioni fa, entravano dal verduriere, dal lattaio o dal panettiere e venivano serviti senza ordinare. Perché c’era una conoscenza consolidata prima di tutto tra persone: una confidenza che oggi è andata persa.

Let.life sta cercando di reintrodurla. Finalmente le aziende si stanno accorgendo che il mercato è fatto di persone e le persone vogliono sentirsi parte di un mondo evoluto e tecnologico, ma più umano. Con Let.life è possibile.